La concorrenza, o quel poco che ne era rimasto, è stata completamente annientata: iOS e Android rappresentano il 99.9% del mercato smartphone a livello globale.

I dati pubblicati oggi da Garnter ci dicono che nel 2017 il 99.9% degli smartphone, praticamente tutti, sono stati venduti da Apple e da produttori Android. Chiaramente è un duopolio sbilanciato, visto che Android domina ancora l’intero mercato con l’85.9% delle vendite, grazie soprattutto a Samsung (che però guadagna solo lo 0.4% rispetto al 2016), Huawei (+0.9%) e OPPO, che sale addirittura dal 5.7% al 7.3%.

Nel 2017, Android guadagna 1 punto percentuale e passa dall’84.8% all’85.9% (1,32 miliardi di dispositivi venduti). Apple perde invece lo 0.4%, attestandosi al 14.0% (quasi 215 milioni di iPhone venduti). Ovviamente, Gartner fa notare che Android offre un numero superiore di dispositivi con prezzi diversi, mentre Apple si rivolge principalmente al mercato di fascia alta.

Nel Q4 2017 si registrano ottimi risultati per Xiaomi (che quasi raddoppia la sua quota di mercato e passa dal 3.9% al 6.9%) e Huawei che ora raggiunge il 10.8%. Apple rimane praticamente ferma, passando dal 17.8% al 17.9% anno su anno, mentre Samsung rappresenta il 18.2% (+0.4%).

iOS e Android sono stati i principali sistemi operativi mobile per diversi anni, ma il duopolio è diventato così evidente nel 2017. Windows Phone e BlackBerry, infatti, hanno rappresentato meno dello 0.1% di tutti gli smartphone venduti nell’anno (poco meno di 1,5 milioni di dispositivi venduti).

Difficile pensare ad una rinascita di BlackBerry e Windows Phone, anche perchè le rispettive aziende non sembrano intenzionate a proseguire su questa strada. La prima ha già realizzato diversi smartphone con sistema operativo Android, mentre Microsoft si sta ormai concentrando su app e servizi da offrire su iOS e Android.

E pensare che nel 2009, BlackBerry rappresentava il 20% dell’intero mercato smartphone.